Esposto il saio di Padre Pio

Donato da una famiglia. Celebrazioni in basilica sino a domenica

Pubblicato da: 

|

Data pubblicazione: 

22/09/2008
|

Letture: 

2451
Il saio esposto in basilica

È arrivata in basilica a Gandino la teca con il saio originale di San Padre Pio da Pietrelcina e oggi prenderanno il via le celebrazioni per la prima ostensione della reliquia, donata alla parrocchia dagli eredi di una famiglia del paese, che lo ebbe in dono dai frati cappuccini nel lontano 1941.
La reliquia verrà esposta alla visita e alla venerazione dei fedeli nella basilica di Santa Maria Assunta, davanti all'altare dei Santi martiri patroni Ponziano, Valentino, Quirino e Flaviano. Alle 17 il prevosto, monsignor Emilio Zanoli, celebrerà la Messa.
Domani, giorno della memoria liturgica del santo, verranno celebrate Messe alle 8, alle 10 e alle 17, quest'ultima dedicata alle famiglie e ai ragazzi. La Messa delle 20,30 sarà presieduta da padre Demetrio Patrini, responsabile regionale dei gruppi di preghiera di Padre Pio.
Mercoledì e giovedì funzioni alle 8 e alle 17, così come venerdì, quando alle 20,30 si celebrerà il solenne pontificale, presieduto dal vescovo Roberto Amadei e dedicato in particolare ai fedeli del vicariato della Valle Gandino.
Sabato Messe alle 8, alle 10 e alle 18, quando la Messa vespertina sarà presieduta da padre Luigi Caserini, responsabile diocesano dei gruppi di preghiera dedicati al santo di Pietrelcina. Domenica la giornata conclusiva, con Messe alle 7, 8,30 e 10,30. Alle 18 Messa e reposizione della reliquia in sacrestia.
La teca è giunta in parrocchia nei giorni scorsi, opportunamente sigillata e con all'interno una copia miniata del decreto della Curia vescovile che conferma l'appartenenza del saio a Padre Pio, dopo le indagini esperite presso la Postulazione generale dei Frati minori cappuccini e presso il convento dei Frati minori cappuccini di San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia. Il decreto è firmato dal vescovo ausiliare di Bergamo Lino Belotti e dal cancelliere vescovile don Gianluca Marchetti.
La parrocchia di Gandino ricorda che durante l'anno, dopo l'attuale settimana di celebrazioni, potranno visitare o venerare la reliquia solo gruppi organizzati di fedeli e su prenotazione (telefono 035.745425). La Pro loco Gandino in collaborazione con il Comune ha organizzato un particolare evento in occasione dell'ostensione. Stasera alle 21 in basilica verrà eseguita la «Petite Messe solennelle» di Gioachino Rossini per soli, coro, pianoforte e harmonium, protagonisti i componenti dell'Accademia Corale di Baccanello Consort. L'Accademia, nata nel 2004 come gruppo ristretto e specialistico, affronta repertori gregoriani, rinascimentali e contemporanei. Vanta un ricco curriculum e collaborazioni di prestigio ed è diretta sin dalla fondazione da Claudio Magni. Protagonisti del concerto gandinese saranno Maria Pia Gandolfi, soprano, Ester Piazza, contralto, Sergio Rocchi, tenore, e Bruno Rota, basso. Danilo Gerenzani e Fabio Locatelli accompagneranno, rispettivamente all'harmonium e al pianoforte, le esecuzioni.
Per l'intera settimana dedicata alla reliquia, il Museo della basilica di Gandino sarà aperto per visite guidate tutti i giorni dalle 15 alle 18. Informazioni più dettagliate sono disponibili sul sito www.gandino.it.
 

Autore: 

Gian Battista Gherardi

Tags: 

|

Autore: 

webmaster
|