Michì e capù per San Nicola: c’è festa a Barzizza

Da oggi via alle celebrazioni fino al 10 settembre.
Musica, buona cucina e processione con il cardinale Re

Pubblicato da: 

|

Data pubblicazione: 

31/08/2016
|

Letture: 

2061
La preparazione dei "Michì" di San Nicola

Iniziano oggi le celebrazioni in onore di San Nicola da Tolentino, venerato come patrono nella parrocchia di Barzizza, frazione di Gandino.
Sino alla festa liturgica (10 settembre) dedicata al «prete santo» vissuto fra il 1245 e il 1305, si susseguiranno incontri di preghiera e, ogni giorno, la Messa nella parrocchiale alle 18,15. Per la comunità sarà una sorta di anteprima del saluto che Barzizza riserverà il 25 settembre al parroco don Guido Sibella che, dopo dodici anni di servizio, diventerà parroco a Cene.
Già partiti i lavori per preparare i «michì», pani non lievitati, modellati per rappresentare piccole pernici. «Ricordano - spiega don Guido - il miracolo di San Nicola, che invece di mangiare le pernici le fece rinascere liberandole in volo». In vista della festa di San Nicola da domani in oratorio c’è «Barzizza in festa», sino all’11 settembre. Fra le specialità ci saranno i «capù» (involtini di verze ripieni), gli gnocchi «en cola», i casoncelli, il foiolo in umido e la polenta con brie, funghi e panna. Dal 2 al 4 settembre la musica di Rebus, Donini e Claudio Salvetti, spettacolo pirotecnico il 9 settembre e il 10 solenne concelebrazione col cardinale Giovanni Battista Re, che alle 16,30 presiederà anche la processione con la statua del santo e benedirà il restauro del coro ligneo della parrocchiale.
Alle 21 la sigla di chiusura affidata al tradizionale concerto del civico corpo musicale di Gandino in piazza Duca d’Aosta.

Autore: 

Giambattista Gherardi

Tags: 

|

Autore: 

webmaster
|