Saetta a Gandino: si è dimessa Pierina Bonomi

Pubblicato da: 

|

Data pubblicazione: 

28/08/2014
|

Letture: 

1992
Pierina Bonomi, a destra, nei banchi del Consiglio che ha lasciato

In un’estate segnata da piogge e temporali, sono arrivate per tutti come un fulmine a ciel sereno. Fanno certamente notizia a Gandino le dimissioni dalla carica di consigliere comunale di Pierina Bonomi Savoldelli, capogruppo di opposizione e candidata sindaco della lista Uniti si cambia - Lega Nord alle amministrative del 2012.
La lettera di dimissioni «per motivi personali» è stata protocollata martedì in municipio, ma senza un apparente e diretto collegamento con le schermaglie politiche che hanno visto impegnata Pierina Bonomi sulle barricate del Carroccio, specie riguardo ai temi legati al bilancio. L’ipotesi di dimissioni per un qualche dissidio interno al Carroccio (in particolare con gli altri consiglieri di minoranza Marco Ongaro, ex sindaco, e Mirko Brignoli) non trovano riscontri nei commenti in paese e nemmeno sulle pagine Facebook della sezione gandinese della Lega, ferma allo scorso gennaio, o su quella della lista «Uniti si cambia», rimasta zioni 2102. La diretta interessata, che nella lettera ringrazia i suoi consiglieri e anche ieri, dice, è scesa ad Alzano per la Berghem fest, si dice «estranea ai giochi di partito: esco a malincuore dal Consiglio per motivi personali. Gandino merita attenzione: l’ho detto anche al sindaco Castelli, attenzione che in questo momento devo riservare ad altro».

La lista guidata da Pierina Bonomi aveva ottenuto 1.186 voti, pari al 37,75%, insufficienti per sbarrare il passo alla lista civica «Insieme per Gandino, Barzizza e Cirano» dell’attuale sindaco Elio Castelli, che aveva ottenuto il 62,25%. Nei due anni di attività amministrativa erano stati non pochi i rilievi mossi da Pierina Bonomi e dalla minoranza da lei guidata alla maggioranza del sindaco Castelli.
Forte dell’esperienza professionale quale responsabile amministrativa del Comune di Leffe, Bonomi ha in più occasioni espresso rilievi negativi riguardo alle previsioni di spesa e al mancato contenimento (a suo dire possibile) delle imposte locali. Fra maggio e giugno l’ultima battaglia consiliare l’aveva vista protagonista riguardo al bilancio di previsione 2014, per il quale, oltre ai rilievi di carattere politico su interessi passivi e residui, aveva evidenziato un errore formale da «copia-incolla» del revisore dei conti, costringendo la maggioranza a ritirare la delibera, poi adottata nuovamente nei giorni successivi. In quell’occasione la maggioranza aveva anche ratificato la nomina del nuovo revisore dei conti, Pietro Clemente. Nuove disposizioni di legge hanno di recente tolto ai Comuni la possibilità di affidare direttamente l’incarico. Il revisore viene infatti sorteggiato in appositi elenchi istituiti in Prefettura.
Pierina Bonomi, che è revisore dei conti al Comune di Casnigo, aveva annunciato l’astensione segnalando «l’ennesimo colpo all’autonomia dei Comuni ». I primi non eletti della lista Uniti si cambia-Lega Nord, candidati a subentrare in Consiglio, sono Angelo Bertasa (che aveva ottenuto 28 preferenze) e Alice Maria Savoldelli (27 preferenze). In occasione della convocazione del prossimo Consiglio se ne saprà di più.

Autore: 

webmaster
|