Fusioni, Gandino controcorrente. Rinasce la squadra

Calcio dilettanti: riparte dalla Terza categoria, con una rosa formata soprattutto da giocatori del paese

Pubblicato da: 

|

Data pubblicazione: 

28/06/2015
|

Letture: 

2200
a prima Gandinese (1923-1924) al Comunale di Gandino

La notizia era nell’aria e dal 1° luglio avrà i crismi dell’ufficialità: dal campionato 2015/2016 tornerà ad esserci una formazione calcistica iscritta ai campionati federali tutta «made in Gandino».
Lo scorso anno, a 90 anni dalla fondazione, l’Us Gandinese si era infatti fusa nella nuova entità Albino-Gandino, chiudendo l’era quasi trentennale guidata dal presidentissimo Tonino Bosio. Un’annata chiusa ai playoff di Promozione, ma con partite giocate al campo Falco di Albino. Al Comunale di via Agro a Gandino (dove già si giocava negli anni ’20) sono rimaste le giovanili e il Casnigo per il campionato di Terza categoria. Proprio dalla Terza riparte ora l’Asd Gandinese 2015, nata per riaffermare una «territorialità» di cui sentivano la mancanza tanti appassionati, a cominciare da Francesco Castelli, 33 anni, e Giorgio Robecchi, 32 anni, artefici della nuova avventura. L’uno presidente e l’altro vice. Prolungheranno al Comunale le titolate stagioni disputate da protagonisti con la squadra Csi dell’Oratorio Gandino, che ha vinto campionati e Coppa Bergamo a ripetizione.

«La Gandinese è stata la nostra passione sin da piccoli - spiega Robecchi - e Francesco ha anche disputato alcuni campionati in maglia rossonera. Alla base c’è un poco di orgoglio, ma soprattutto la voglia di divertirci e, speriamo, divertire». Il nuovo allenatore sarà Ugo Borlini e la rosa sarà formata in prevalenza dai (tanti) giocatori gandinesi ora dispersi fra varie società della Bergamasca. La squadra dividerà i propri allenamenti fra i campi sintetici degli oratori di Gandino e Cazzano.
Torneranno sicuramente i mitici colori rossoneri, con un simbolo, per ora top secret, con chiari riferimenti al paese. Verrà svelato, insieme alla nuova maglia, venerdì 3 luglio alle 22 davanti al Municipio, nell’ambito della Notte Bianca.

Autore: 

Giambattista Gherardi

Autore: 

webmaster
|