Echi d'organo 2013 - Concerto del 30 Novembre

Data pubblicazione: 

30/11/2013
|

Categoria: 

|

Visualizzazioni: 

942

BASILICA S. M. ASSUNTA - Gandino
Organo Bossi Urbani del 1858

Roberto GUARNIERI
Michele ADOBATI
Cristian MAGNI

Scarica tutti i brani del concerto in formato mp3
Per richiedere la registrazione video (DVD) e audio (CD) scrivi a progandino@gandino.it

Gli esecutori

Fondata nel 1923 da Mons.Crivelli e dall’editore Vittorio Carrara, la Scuola primaria di Musica Sacra S. Cecilia nasceva con lo scopo di formare organisti e direttori di coro. Nel corso degli anni ha cambiato denominazione e ragione sociale: nel 1964 divenne Istituto Diocesano e nel 1983 Scuola Musicale. Nel 2005 l’Opera S. Alessandro la configura tra le proprie attività pedagogiche come Accademia Musicale S Cecilia. A livello didattico, l’Accademia S.Cecilia è attualmente un punto di riferimento in quanto offre un articolato dipartimento di propedeutica musicale e la preparazione alle certificazioni e ai diplomi accademici rilasciati dai Conservatori.
L’insegnamento dell’organo è da sempre al centro della proposta didattica dell’Accademia S. Cecilia. Esso è concepito sia per preparare giovani organisti all’attività professionale, sia per i tanti organisti liturgici di città e provincia interessati a sviluppare le loro abilità e le loro conoscenze organistiche e musicali. Attualmente gli insegnanti sono il M° Marco Cortinovis e il M° Luigi Panzeri. Oltre a queste proposte formative, dal 2012 è attivo anche il Dipartimento di Musica Antica, tenuto dal M° Luigi Panzeri e dal M° Luca Oberti.
Michele Adobati (6° anno), Roberto Guarnieri (8° anno) e Cristian Magni (5° anno) si alternano all’organo per proporre un programma che spazia dal Barocco ai giorni nostri, ripercorrendo tutte le principali scuole europee nel corso dei secoli, con particolare attenzione a quella italiana, con l’intento di valorizzare le caratteristiche foniche del pregevole Bossi-Urbani della Basilica di S. Maria Assunta di Gandino.

La Chiesa e l'organo

Basilica di S. M. Assunta sec. XV - Gandino
Progetto di Paolo Micheli, Antonio Comino e Giovanni Maria Bettera
Chiesa prepositurale plebana di Gandino. Riedificato nel 1421 l'edificio venne parzialmente inglobato nella chiesa attuale del 1623. All'interno dipinti di Antonio Balestra, Giacomo Barbello, Alvise Benfatti, Simone Cantarini, Domenico Carpinoni, Giacomo Ceruti, Vincenzo Dandini, Francesco Della Madonna, Giovan Battista Lambranzi, Ponziano Loverini Giovanni Manfredini, Pietro Mango, Sante Prunati e Paolo, Luca Sanz, Pietro Servalli, Gian Cristoforo Storer, Paolo Zimengoli
e altri. Sculture delle botteghe Caniana, Carra, Fantoni, Hillepront, Manni, Siccardi.
Due gli organi contrapposti, un Bossi Urbani e un Pescetti. Balaustra in bonzo.

Scheda tecnica dello strumento
Organo a trasmissione meccanica, costruito da Adeodato Bossi-Urbani di Bergamo nel 1858. Lo strumento, collocato in cantoria in “cornu Evangelii” è racchiuso in elegante cassa lignea di pregevole fattura e posto in vano ricavato appositamente nel muro. Prospetto di n. 33 canne in stagno, formanti cinque cuspidi più due organetti morti (11–11) posti al di sopra di esse; bocche allineate a labbro superiore a mitria (seconda e quarta cuspide rialzate). Due tastiere di n. 61 tasti (DO1–DO6) in ebano (diatonici) e osso (cromatici). Pedaliera a leggio di n. 27 pedali (DO1–RE3).
Estensione reale dei registri di pedale: DO1 – RE3. Registri inseriti da
manette ad incastro orizzontale disposte su doppia colonna a lato destro delle tastiere per il Grand’Organo e da pomoli disposti in unica fila a lato sinistro per l’Organo Eco.

Pubblicato da: