Echi d'Organo 2008 - Concerto del 21 Novembre

Data pubblicazione: 

22/11/2008
|

Categoria: 

|

Visualizzazioni: 

673

CHIESA SAN NICOLA DA BARI - BARZIZZA
Organo Pansera

Cristina Antonini
Bae, Cecilia Se Won

Scarica tutti i brani del concerto in formato mp3
Per richiedere la registrazione video (DVD) e audio (CD) scrivi a progandino@gandino.it

Brani in programma

J.S. Bach - Fuga sopra il Magnificat BVW648
G.F. Handel - Aria “Let the bright Seraphim” (da “Samson”)
J. Pachelbel - “Canone su tema variato” (trascrizione R. Capdeville)
W.A. Mozart - Alleluia (da Mottetto “Esultate, Jubilate”)
A. Vivaldi - Concerto in do magg. -R.V.425 (Allegro - Largo - Allegro)
G. Rossini - O Salutaris Hostia (dalla Petite Messe Solennelle)
J.F. Dandrieu Michau qui causoit ce grand bruit, A minuit fut fait un Reveil (da “25 Noels”)
G. Puccini - Salve Regina
B. Pasquini - Scherzo “Il Cuculo”
J.M. Siougos - Vierge Marie
P. Davide da Bergamo - Sonata finale (dalla Messa1 in do magg.)
Na Un Yung - Iohoa

Gli esecutori

Cristina Antonini
Friulana, è organista, pianista, compositrice. Si è perfezionata alle Accademie di Siena, Haarlem, Pistoia e Roma con i Maestri G. Agosti, A.Heiller, M.Chapuis, L.F. Tagliavini, A. Cozza, W. Dalla Vecchia. Ha seguito poi uno studio e una ricerca anche nel campo della musica contemporanea. I suoi concerti d‟organo sono proposti in una forma spirituale che la distingue (Paray-le-Monial, Parigi, Varsavia, Basilea, Istanbul, Zagabria, Gerusalemme, Vienna, ecc. e Italia). Una comunicazione di fede e preghiera rapportata in particolare alla pratica della composizione organistica, specifica per significati tesi alla trascendenza, nell‟attualità del momento storico. Una esperienza approfondita con artisti e maestri di cultura e dottrina teologica (S. Pallini gregorianista A. Polesello architetto, V. la Rosa compositore, G. Costantini poeta, L. Sartori teologo). Da queste esperienze si è concretizzato un percorso di particolare eloquenza e una ricerca compositiva su temi teologici, concordati insieme. Nel ‟97 ha presentato “itinerario spirituale di Teresa di Lisieux”, nel ‟01 “cinque impressioni della Fede”, nel ‟06 “L‟Attesa del Futuro”, con la collaborazione del teologo L. Sartori; nel ‟07 “La nube della non-conoscenza” , per un programma poetico-musicale realizzato con G. Costantini, meditando il testo Anonimo del XIV secolo. Ha inciso in prima esecuzione l‟opera organistica di B. Rizzi, conventuale (+1968). Ha composto per coro testi poetici friulani di N. Cantarutti e testi di D.M. Turoldo. È insegnante al conservatorio di Vicenza dove, da diversi anni, è promotrice e coordinatrice di ricerche e seminari per lo studio del “Canto liturgico delle varie religioni”.

Bae, Cecilia Se Won
Nata a Seoul (Corea del Sud), vive in Italia dove ha studiato al Conservatorio S. Cecilia di Roma, conseguendo il diploma di canto lirico al Conservatorio di E.F. Dall‟Abaco di Verona. È prima classificata al “Concorso per Orchestra” dall‟Auditorium di Brescia con l‟interpretazione di “Ah perfido” di Beethoven. È vincitrice del concorso per “L‟Accademia di Alto Perfezionamento per Giovani Cantanti Lirici” della Fondazione dell‟Arena di Verona. È finalista della XI edizione del Concorso Internazionale “Giuseppe di Stefano” a Trapani. In tournee con il pianista C. Balzaretti partecipa varie stagioni di musica tra le quali “Concerti della Domenica” del Teatro Filodrammatici di Milano, interpretando le “canzoni polacche” di Chopin in lingua originale. Collabora con il chitarrista R. Porroni nel repertorio del „900 spagnolo. Ha effettuato registrazioni e dirette radiofoniche per RAI STEREO 3. Con l‟accompagnamento pianistico di L. Mandarà e R. Ropa, è protagonista assoluta nelle serate liriche al teatro Comunale di Levico Terme. Partecipa alle stagioni de “I Concerti della domenica” alla sala Filarmonica e al Teatro Sociale di Trento, in coppia con il basso G. Giuseppini. È stata invitata dalla città di Seung-Nam, Corea del Sud, per un concerto con Seung Nam Philharmonic Orchestra al nuovo teatro “Seung Nam Arts Center”.

L'organo

Organo a trasmissione meccanica, costruito da Pansera Bortolo di Romano di Lombardia. E‟ collocato in cantoria a metà navata in “cornu Epistolae”; è racchiuso in elegante cassa lignea di fattura elegante. Prospetto di n. 29 canne in stagno, monocuspide con ali laterali ascendenti, bocche allineate a labbro superiore a mitria. Tastiera 58 note do 1 la 58 con copertura osso tasti diatonici, ebano cromatici. Pedaliera di 22 pedali piana diritta con cromatici a mezzaluna. Registri inseriti da manette ad incastro orizzontale disposte su due colonne a destra della tastiera. Pedaloni: combinazione libera alla lombarda. Ripieno.

La Chiesa

Chiesa di S. Nicola da Bari - Barzizza
Subentrata nel 1460 alla chiesa di San Lorenzo come chiesa parrocchiale e situata al centro dell‟abitato di Barzizza la parrocchiale di San Nicola fu ricostruita nel 1580, ampliata nei secoli seguenti fino alla costruzione dell‟attuale volta nel 1880. All‟interno diverse tele tra cui meritano menzione quella di Domenico Carpinoni con la madonna del Rosario e quelle provenienti dalla chiesa di San Lorenzo (tra cui lo spendido martirio di san Lorenzo pure del Carpinoni) disposte nella navata. Assai interessanti anche il gruppo dell‟Immacolata e un crocifisso ligneo entrambi fantoniani e provenienti da san Lorenzo ma purtoppo non esposti in chiesa. Da ricordare anche i pregiati arredi liturgici conservati nella sacrestia e nei vani adibiti a deposito visitabile attigui alla chiesa.

Pubblicato da: