La magia dei burattini nella rassegna gandinese

Pubblicato da: 

|

Data pubblicazione: 

09/06/2016
|

Letture: 

907
La coppia: Giupì e Margì

Secondo appuntamento stasera, alle 21, al cineteatro «Al Parco» di Gandino per l’edizione inaugurale della rassegna «Legno Vivo - storie di Gioppino e altre teste di legno nelle Cinque terre della Val Gandino».
È una rassegna itinerante (spettacoli a ingresso libero) utile per raccontare all’infinito la magia dei burattini, sul filo di una manualità senza tempo e di riscontri crescenti di pubblico. Deus ex machina di «Legno Vivo» è Virginio Baccanelli, 50 anni, nativo di Bottanuco e oggi residente a Cazzano Sant’Andrea. Uno degli «ultimi Mohicani», che vive del lavoro attento in laboratorio per scolpire nuovi burattini e degli applausi del pubblico raccolti con la sua «baracca» in giro per le piazze della Bergamasca, e non solo.
A Gandino sarà proprio Baccanelli, che nel 2014 ha ricevuto il Premio nazionale alla memoria di Benedetto Ravasio, a portare in scena il suo cavallo di battaglia «Gioppino e la principessa stregata». La serata di chiusura di «Legno Vivo» è in programma sabato 25 giugno in piazza San Giacomo a Casnigo (in municipio se piove), con «Il Castello Tremalaterra » della compagnia L’Aprisogni di Treviso. 

Autore: 

Giambattista Gherardi

Autore: 

webmaster
|