La Corale "Canali" di Gandino canta in San Pietro a Roma

Pubblicato da: 

|

Data pubblicazione: 

26/10/2018
|

Letture: 

32

Importante trasferta a Roma per la Corale Luigi Canali di Gandino, che sabato 27 ottobre accompagnerà la messa prefestiva nella Basilica di S.Pietro. Si tratta di un’opportunità prestigiosa, che premia l’impegno assiduo della formazione corale che accompagna le solenni funzioni della monumentale Basilica gandinese di S.Maria Assunta.

La comitiva con i componenti della Corale e numerosi familiari è partita da Gandino venerdì 26 ottobre, con tappa mattutina al Duomo di Orvieto. In programma a Roma anche le visite a S. Maria Maggiore, S.Giovanni in Laterano, Colosseo, Fori imperiali, Altare della Patria, S.Maria del Popolo, Arapacis, Piazza di Spagna, Montecitorio, sede della Camera dei Deputati, S.Paolo fuori le Mura e catacombe di San Callisto.

Il momento clou è previsto sabato 27 ottobre alle 17 nella Basilica di San Pietro in Vaticano, quando la Corale Canali, diretta per l’occasione da Marco Guerinoni, accompagnerà la messa celebrata presso l’altare della cattedra di San Pietro. “Saremo – spiega Guerinoni - nella cantoria della Cappella Sistina. I canti sono stati concordati con il maestro Temistocle Capone, direttore del coro del Vicariato di Roma e responsabile per il canto delle corali nella Basilica di S. Pietro in Vaticano. Sarà un programma semplice, dettato dai tempi ristretti delle varie celebrazioni: canto d'ingresso "Venite Esultiamo" di S. Bertuletti a 4 voci miste, Kyrie dalla Missa De Angelis in gregoriano, ritornello del Salmo, Alleluia gregoriano e coda polifonica di H. Carol, canto d'offertorio "Offerta" di D. Stella a 4 voci miste, Santo di G.M Rossi a 4 voci miste, canto di comunione "Dolce memoria" di E. Corbetta a 4 voci miste e canto finale "Lodate Maria" di L. Perosi a 4 voci miste”.I ventidue coristi saranno accompagnati dall’organista Silvia Cabrini di Gorno.

La Corale di Gandino è dedicata dagli anni ’70 al maestro gandinese Luigi Canali. A soli 27 anni Luigi Canali ricevette l’incarico di organista titolare della Basilica e lo mantenne per 50 anni, sino alla morte. Fu in gioventù direttore del Corpo Musicale di Leffe. All’impegno di organista unì l’attività di compositore di musica sacra. Di lui si ricordano il “Miserere”, scritto appositamente per il Triduo dei Morti, il Tantum Ergo, l’Ave Maria e l’Offertorio dei Santi Patroni. Si ricorda la sua amicizia con il celeberrimo tenore Tito Schipa (1888-1965), che alla Prima di Luglio del 1945, poche settimane dopo la fine della seconda guerra mondiale, fu protagonista di un concerto a Gandino. Negli ultimi decenni la corale (a lungo presieduta da Gianni Coretti) è stata diretta dal compianto Giuseppe Pedroncelli, cui sono succediti Daniele Castelli, Marco Guerinoni, Maurizio Bazzana e Roberto Mucci.

Autore: 

Giambattista Gherardi

Autore: 

webmaster
|