Gandino piange suor Edvige, luce per i terremotati

Dal 2003 era a Mirandola, in provincia di Modena, città colpita dal sisma: esempio di forza per tutti

Pubblicato da: 

|

Data pubblicazione: 

26/02/2016
|

Letture: 

1127
Suor Edvige Tomasini

Un esempio di fede e solidarietà, ma anche una luce nei giorni bui del terremoto.
È morta nella notte fra mercoledì e ieri suor Maria Edvige Tomasini, originaria di Gandino e per molti anni legata alla comunità emiliana di Mirandola, colpita dal devastante sisma del 2012. Nata a Gandino nel 1940, suor Edvige (al secolo Adriana) era entrata nell’Istituto delle Suore Orsoline di Maria Vergine Immacolata nel 1961, emettendo la professione perpetua nel 1970.
Nella sua vita è stata insegnante di scuola materna ad Albino, Ciserano, Petosino, Mornico, Credaro, Parre e Ghisalba, prima di trasferirsi nel 2003 a Mirandola, in provincia di Modena. Nella cittadina emiliana guidava la comunità di religiose di cui faceva parte anche un’altra gandinese, suor Oliveria Franchina. Il terremoto aveva gravemente lesionato la casa delle suore, l’asilo, il centro parrocchiale e la chiesa, ma suor Edvige non si era persa d’animo e, pur costretta a un alloggio di fortuna, aveva continuato a sostenere con il proprio spirito fattivo i bambini e le famiglie.
«La chiesa di mattoni è crollata – affermava in quei giorni –, ma dobbiamo fare in modo che non crolli quella vivente, formata da fedeli uniti nel comune amore per Gesù. Noi suore potremo fare poco per la ricostruzione: non ne abbiamo la possibilità fisica. Ma vogliamo rappresentare per questa gente un segno di speranza per evitare la sfiducia e lo scoramento ».
Il manifestarsi della malattia che l’ha purtroppo portata alla morte, aveva reso necessario per suor Edvige il ritorno, nel 2013, nella Bergamasca.

«Affetto e semplicità»
In terra emiliana opera oggi, fra le altre, suor Mary Roselet Fernandez, di origine indiana e per molti anni a Gandino. «Seguendo l’insegnamento di suor Angela Merici – sottolinea commossa suor Mary – suor Edvige aveva scolpito nella mente e nel cuore i nomi e i volti dei bimbi e delle persone che ha incontrato nella missione educativa.
Il suo affetto e la sua semplicità resteranno per sempre». Nell’estate del 2014 suor Edvige era stata festeggiata a Gandino per il cinquantesimo di professione religiosa, attorniata da tanti familiari, fra cui anche suor Maddalena Tomasini, missionaria delle Orsoline in Argentina.
La salma di suor Edvige Tomasini è composta nella casa madre delle Orsoline in via Castello a Gandino, dove stasera alle 20 è in programma una veglia di preghiera. I funerali saranno celebrati domani alle 10 in basilica.

Autore: 

Giambattista Gherardi

Autore: 

webmaster
|