«Chi ha visto qualcosa lo dica e ci aiuti»

Appello del direttore del Museodella Basilica di Gandino ai testimoni del furto alla chiesa di San GiuseppeDiffuse le fotografie delle sei preziose statue in legno di noce

Pubblicato da: 

|

Data pubblicazione: 

13/12/2005
|

Letture: 

1800

L'appello arriva dal direttore delMuseo della Basilica di Gandino SilvioTomasini. Un appello rivolto ai ladri delle sei statue portate via dalla chiesa di San Giuseppe venerdì, ma anche magari a qualche involontario testimone che ha visto qualche movimento strano in chiesa: «I responsabili della chiesa e i numerosi fedeli che sono accorsi sgomenti alla notizia del grave furto si appellano alla coscienza dei ladri e ricordano che la chiesa di San Giuseppe è un luogo di culto amato e frequentato da numerosi fedeli. Depredarla così volgarmente significa toccare e colpire l'intera comunità. Quanti possono essere a conoscenza di notizie utili al ritrovamento delle opere sono pregati di comunicarle tempestivamente ai carabinieri o alla parrocchia. Non mancheranno di essere oggetto della gratitudine di tutti. Ringrazio quanti diffonderanno la notizia del furto ampliando le ricerche ».
E Tomasini d'accordo con gli inquirenti ha diffuso le foto delle sei statue. Ieri sono giunte notizie più precise sul furto di venerdì: «Il furto si è verificato tra le 16 e 16.30 nella chiesa sussidiaria di San Giuseppe (parrocchia di Santa Maria Assunta in Gandino). Oggetto del furto sei preziose cariatidi in legno di noce ubicate nel coro della chiesa attribuite a Bernardino Ruggeri, nativo di Entratico (autore anche di alcuni altri cori in Bergamasca oltre a quello della chiesa di San Giuseppe) e realizzate tra il 1630 e il 1650. I ladri, probabilmente due, hanno agito durante l'orario di apertura della chiesa (16-18) approfittando probabilmente dell'assenza di fedeli. Le cariatidi erano tutte ubicate nel lato sinistro del coro in legno e radica di noce composto in tutto da 14 cariatidi. I soggetti delle cariatidi sono: Evangelista Marco con leone, Angelo con testa di cherubino, Uomo barbuto con cherubino, allegoria con uomo barbuto con libro sottobraccio e mascherone, angelo con libro e timbro, allegoria con uomo baffuto e mascherone ». Al lavoro i carabinieri della stazione di Gandino, quelli del comando di Clusone e gli esperti del Ris per tentare di individuare eventuali tracce lasciate dai ladri. Il valore delle statue si aggira sui 20.000 euro a statua per un totale quindi di 120.000 euro.

Autore: 

Aristea Canini

Autore: 

webmaster
|