«Antonietti prete fino in fondo» Scoperta la lapide di Cirano

Pubblicato da: 

|

Data pubblicazione: 

29/11/2016
|

Letture: 

312
Il momento della benedizione della lapide, a Cirano di Gandino

In occasione del 40° anniversario della morte, la comunità di Cirano ha ricordato monsignor Giovanni Antonietti, alpino e cappellano militare durante la Grande guerra e fondatore a Clusone negli Anni Venti della Casa dell’orfano.

Il parroco don Innocente Chiodi ha celebrato la Messa in oratorio e benedetto la lapide installata grazie a Consulta di frazione, Gruppo alpini e Comune di Gandino sulla casa natale in via De Novellis. Nel testo della lapide in pietra si ricordano «l’orgoglio degli abitanti di Cirano» e «la coraggiosa azione filantropica » per crescere ed educare gli orfani di guerra. «Mentre era in guerra – ha sottolineato don Innocente nell’omelia – non ha smesso di essere sacerdote e, anzi, nel ruolo di cappellano, è stato testimone credibile del Vangelo. In tempo di pace non ha smesso di essere attento alle vittime della guerra».

Autore: 

Giambattista Gherardi

Autore: 

webmaster
|