Giorgio Cordini a casa Geomusic

Data e Ora: 

Ven, 23/03/2018 - 21:00
|

Luogo: 

Casa Geomusic - Via Provinciale, 24

Argomento: 

|

Referente: 

|

Letture: 

202

A Casa Geomusic una serata per ricordare il grande Fabrizio de André.

L’11 gennaio del 1999 se ne è andato Fabrizio de André, cantautore genovese che ha lasciato un segno indelebile nella migliore canzone d’autore italiana, sia a livello di testi, ricercati e profondi, che di una musica alla costante ricerca della sintonia coi tempi. Amatissimo ovunque, indimenticabile e indimenticato, Fabrizio rivive nei tanti festival e progetti che ne tengono alto il nome, in ogni parte d’Italia.

Prova ne sia il recente sceneggiato, Principe libero, andato in onda sulla tv nazionale per ricordare il grande trovatore e anche la ristampa della discografia originale in vinile in distribuzione nelle edicole. 

Geomusic propone un’altra strada, quella degli amici e musicisti che con lui hanno condiviso periodi più o meno lunghi della sua intensa carriera. Artisti che, avendolo conosciuto da vicino, e collaborato alle registrazioni, ci regalano anco ra oggi le emozioni profonde di un viaggio troppo presto interrotto. 

Sarà dunque una serata bella e emozionante quella con Giorgio Cordini a Casa Geomusic, venerdì 23 marzo alle ore 21, in cui il compositore e chitarrista suonerà e racconterà aneddoti, particolarità, dettagli affascinanti di quell’indimenticabile sodalizio.

Giorgio ha accompagnato Fabrizio De André, di cui è stato stretto collaboratore e amico, dalla tournée Le Nuvole del ’91, alle successive tournée teatrali, al tour del ’97 Anime salve fino all’ultimo Mi innamoravo di tutto (’98).

Negli anni ‘60 Giorgio Cordini ha incontrato Mauro Pagani e ha cominciato a suonare insieme a lui quando la Pfm ancora non esisteva. Dopo la scomparsa di De André, Cordini ha partecipato a Genova alla serata Faber amico fragile il 12 marzo 2000, accompagnando alla chitarra, tra gli altri, Luvi e Cristiano De André, Vasco Rossi, Gino Paoli, Celentano, Ornella Vanoni e Zucchero. Nel 2004 è uscita una raccolta di più di trenta chitarristi italiani in cui compare anche Giorgio con un nuovo brano strumentale, Penny. Inoltre, la sua versione di La ballata dell’eroe è stata inserita nella raccolta Mille papaveri rossi, dedicata a Fabrizio De André.

Giorgio Cordini è anche fondatore, direttore e animatore della Piccola Orchestra Apocrifa, ensemble che riunisce ottimi virtuosi e rilegge brani classici del repertorio di Fabrizio De André. Nel repertorio di Cordini dedicato a Faber anche il progetto “Mille Anni Ancora”, con lo stesso organico e ospiti prestigiosi (li ricordiamo nell’emozionante concerto a Teatro Donizetti di Bergamo con Mauro Pagani ed Eugenio Finardi) e il trio con Arcari e Bandini, dei quali sarà distribuito un live a breve.

INFO

Pubblicato da: 

webmaster il 06-03-2018 (ultima modifica: 10-03-2018)