Campane e campanine a ricordo di Lorenzo Anesa

Data e Ora: 

Sab, 19/11/2016 - 20:45
|

Argomento: 

|

Referente: 

|

Letture: 

1477

Una serata in memoria del campanaro Lorenzo Anesa, scomparso a fine settembre dopo breve malattia.
Lorenzo Anesa è stato uno dei maggiori divulgatori del più ampio repertorio d'allegrezza del territorio bergamasco, che annovera 120 suonate di prima, seconda e terza classe per otto, nove e dieci campane, cui si aggiungono le Ave Marie e i suoni 'alla romana'. Uno stile ricchissimo ed elegante che accorpa melodie di stile settecentesco, inni religiosi, rielaborazioni di pezzi operistici e molti ballabili frutto di una stratificazione compositiva e stilistica progressiva ma compatta nel suo insieme. Originario di Peia ma da sempre residente a Gandino, Anesa apprese oralmente il repertorio secondo la tradizione dei vecchi suonatori, trasmettendo le conoscenze orali ai giovani della Federazione Campanari Bergamaschi, che lo guardano oggi come grande modello esecutivo.

Una serata in cui si presenterà sulle campanine una piccola parte esemplificativa del repertorio locale, con strumenti dei suonatori partecipanti alla serata e strumenti costruiti dallo stesso Lorenzo Anesa donati dalla famiglia alla Federazione Campanari Bergamaschi. Ricordi e testimonianze per rendere ragione di uno dei pilastri musicali di una tradizione orale oggi dichiarata Patrimonio Immateriale delle Regioni Alpine.

Serata organizzata dalla Federazione Campanari Bergamaschi.
Per informazioni sulla serata: luca.fiocchi@libero.it

Pubblicato da: 

webmaster il 12-10-2016